In Cassazione educazione a cittadinanza

È partita da Firenze ed è arrivata a Roma la proposta di legge di iniziativa popolare nata per volontà del sindaco Dario Nardella e della sua amministrazione e condivisa da molti sindaci nell'ambito di un lavoro di coordinamento dell'Anci, per introdurre un'ora alla settimana di educazione alla cittadinanza, come disciplina autonoma con propria valutazione, nei curricoli e nei piani di studio di ogni ordine e grado. La proposta di legge è stata portata questa mattina in Corte di Cassazione. Da oggi si avvia così la procedura di raccolta, in tutto il territorio nazionale, delle 50.000 firme necessarie per il deposito ufficiale della legge in Parlamento. La durata della campagna di raccolta è di centottanta giorni, ovvero 6 mesi. "Noi sindaci riteniamo sia necessario rimodulare l'insegnamento dell'educazione civica in una più moderna concezione di educazione alla cittadinanza", ha commentato il presidente dell'Anci, Antonio Decaro.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Cinque Quotidiano.it
  2. Lazio in Festa
  3. ANSA
  4. Forza Roma
  5. Forza Roma

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Cesareo

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...